Birra e corsa – Bene o male?


Alla fine di una corsa e dopo il traguardo di una gara, una birra fresca sembra essere il premio più ambito e tanto bramato, ecco…ci farà bene o male?
Considerando i componenti naturali della birra, sembra essere una miscela che si presta al recupero di zuccheri e minerali. Non solo: secondo alcuni studi i polifenoli del luppolo (xantumolo) sembrano avere preziosi benefici nell’attivazione dei principali meccanismi di difesa cellulare dell’organismo dagli agenti nocivi e sembrano ridurre efficacemente le infiammazioni. Fermandoci a questa analisi, pertanto, la birra sembrerebbe una preziosa bevanda.

 

Se non fosse per il suo contenuto di alcol.

L’alcol è un vasodilatatore: inibisce il riassorbimento renale dell’acqua e aumenta la diluizione delle urine e del sudore e la loro concentrazione di minerali, inoltre favorisce la perdita della fame istintiva e favorisce l’insorgere dell’ipoglicemia reattiva.

Effetti sul sistema nervoso
L’alcol ha anche effetto sul sistema nervoso: è un depressivo, riduce l’attività del sistema nervoso centrale e disturba il sonno (sia la sua durata che qualità) quando assunto in quantità cospicua nelle ore prima di coricarsi. Gli effetti dell’alcol infine colpiscono anche il muscolo scheletrico sopprimendo lo sviluppo della forza muscolare e aumentando l’infiammazione dei muscoli che di norma insorge dopo sedute intense oppure di lunga durata. Gli effetti dell’alcol, oltretutto, persistono per alcune ore dopo la sua assunzione.
È però dimostrato che secondo alcuni recenti studi un’assunzione moderata (330 ml) di birra a basso tenore di alcol (< 4 %) è consentita poiché può ritenersi sicura in quanto non mostra effetti deleteri sulla reidratazione e sul recupero dallo stress muscolare. E’ anche vero che ciascuno metabolizza l’alcol in maniera diversa, per esempio gli uomini lo tollerano meglio delle donne; tolleranza spiegata dalla presenza in maggiore quantità nell’uomo dell’ enzima alcool deidrogenasi capace di  catabolizzare in maggiore quantità le molecole di etanoli e metanoli  presenti appunto nella alcool della birra.

Può favorire il recupero
Il consumo delle birre stout sarebbe da evitare dopo la seduta di corsa per via della loro elevata gradazione (alcol > 5 %); meglio preferire le birre bionde o con ridotto apporto di alcol come le blanche o le birre quasi alcol free (< 2%). Meglio se di derivazione artigianale poiché risulta una maggior concentrazione sia di minerali di cui la birra è naturalmente ricca (potassio, calcio, magnesio, sodio) che di polifenoli, preziose sostanze dalla capacità antinfiammatoria. La birra, pertanto, con una bassa gradazione alcolica, se consumata con moderazione,  e dopo almeno trenta minuti dal termine della corsa potrebbe in piccola parte favorire il recupero e rivelarsi un beneficio per la salute.
Al fine quindi del recupero muscolare, in alcuni casi, può essere considerata come un naturale integratore per le riserve idro saline perse durante l’attività fisica.

Meglio dopo sport di resistenza come la corsa o dopo sport di squadra?
Ecco..può venirci in mente questa domanda, ma considerando la letteratura scientifica emerge che non esistono grosse differenze dopo l’assunzione di moderate quantità di birra (non più di 500ml) dopo l’attività, che sia essa di endurance, come corsa, ciclismo, triathlon…o sport di squadra come basket, pallavolo, calcio… La body mass, per ciò che riguarda massa magra e massa grassa, non ha notevoli stravolgimenti, se non in miglioramento della quantità e composizione dei fluidi circolanti.

Per concludere affermiamo con piacere che, soprattutto quando l’attività è svolta in condizioni di notevole calore, una buona birra fresca, a bassa gradazione alcolica, può essere ben accettata dal nostro organismo, anche con buoni risultati!

Birra-UnconventionalFit
Bibliografia
– Effects of a moderate intake of beer on markers of hydration after exercise in the heat: a crossover study.
Jiménez-Pavón D1, Cervantes-Borunda MS2, Díaz LE3, Marcos A3, Castillo MJ2.
– Manipulations to the Alcohol and Sodium Content of Beer for Postexercise Rehydration.
Desbrow B1, Cecchin D, Jones A, Grant G, Irwin C, Leveritt M.
http://www.mondobirra.org/chimica.htm
http://www.valori-alimenti.com/nutrizionali/tabella14003.php
Fare la birra, Renzo Zanoni, arsenale editore 2010

+ There are no comments

Add yours