Stringi la cinghia! – come utilizzare la cintura nel modo corretto


E’ oramai ampiamente provato che l’allenamento con i sovraccarichi abbia un impatto positivo sul miglioramento della prestazione fisica e  della  composizione corporea. Va comunque tenuto in considerazione che un uso inappropriato dei pesi potrebbe provocare danni di varie entità al sistema muscolo-scheletrico.  Questo rischio potrebbe essere uno dei motivi che ha contribuito alla diffusione della cintura per il sollevamento nei centri fitness, con la convinzione di prevenire gli infortuni a carico della colonna lombare. Spesso però si assiste ad un utilizzo inadeguato di questo ausilio che non solo può risultare non efficace, ma addirittura controproducente.

Per meglio comprendere il funzionamento di questo ausilio è bene conoscere le nostre cinture naturali: gli addominali e i muscoli del core.

I MUSCOLI ADDOMINALI

I muscoli addominali sono composti da diversi strati muscolari, ognuno con fibre in una diversa angolazione e direzione: l’unione di essi crea una fascia contrattile elastica ancorata al bacino e alla spina dorsale. L’anatomia del torchio addominale non è casuale e permette a diversi fasci di fibre di rimanere sempre in tensione a prescindere dalla posizione assunta dal busto.

<img class="size-full wp-image-380 alignright" src="http://unconventionalfit discover this info here.com/wp-content/uploads/2015/07/muscoli-addominali-unconventionalfit.jpg” alt=”muscoli-addominali-unconventionalfit” width=”282″ height=”300″ />

IL “CORE”

Con la parola “core”, dall’inglese “nucleo, centro”, si definisce il distretto anatomico formato da torace, addome, e pelvi. Questo sistema rappresenta la base di ogni movimento del corpo e attraverso esso avviene il trasferimento della forza dagli arti inferiori a quelli superiori (SDS, 97/2013 pag.4). La muscolatura di questo segmento centrale comprende 29 muscoli che stabilizzano la colonna vertebrale e il bacino: si può immaginare come una scatola formata anteriormente, dai muscoli addominali; posteriormente dalla muscolatura della schiena e glutea, superiormente dal diaframma e inferiormente dalla muscolatura del pavimento pelvico. Le sue principali funzioni sono:

cintura-addominale-unconventionalfit

  • Contrazione della parete addominale
  • Stabilizzazione e scarico della colonna lombare
  • Sostegno alla respirazione
  • Contenzione viscerale
  • Movimenti di tronco e bacino

Dalla figura si può intuire che un aumento della contrazione addominale provoca un innalzamento della pressione nella cavità addominale: la cintura, dunque, fascia la parete addominale e potenzia l’azione fisiologica di torchio addominale svolta dai muscoli del core.

Per trarre beneficio dall’utilizzo della cintura andrebbero presi degli accorgimenti durante il suo utilizzo:

  • stringere molto la cintura
  • inspirare accentuando il movimento inspiratorio diaframmatico
  • bloccare il respiro chiudendo la glottide (manovra di Valsalva)
  • eseguire l’esercizio in apnea con espirazione nella fase finale dell’esercizio.

E’ chiaro come l’utilizzo di questa tecnica sia più semplice con un numero basso di ripetizioni, nell’ordine di 6 movimenti. Chi maggiormente trae beneficio da questa tecnica sono i soggetti che si allenano per forza e potenza: l’utilizzo della cintura non si presta a serie lunghe con alto numero di ripetizioni. (Fitness e sport, 3/2013 pag.30).

Fino a qui tutto bello, ma il beneficio che si trae impedendo l’espansione della parete addominale ha un prezzo. Questa tecnica comporta l’aumento della pressione arteriosa dovuta all’apnea inspiratoria con chiusura della glottide: questa considerazione ci porta ad affermare che l’utilizzo di tale metodo sia sconsigliabile in soggetti con problemi cardio-vascolari.

Per concludere:cintura-palestra-unconventionalfit

La cintura non “sorregge” la schiena dall’esterno, ma potenzia l’azione di torchio svolta
dalla muscolatura del core sulla la pressione addominale aumentando la stabilità delle strutture lombari dall’interno. Per essere efficace la cintura deve evitare l’espansione della parete addominale, qui si capisce come debba essere ben stretta e avere una superficie maggiore soprattutto nella regione anteriore dell’addome, al contrario di quelle che si trovano nei centri fitness. Queste cinture potrebbero risultare più adatte al loro compito se indossate al contrario.

 

+ There are no comments

Add yours