Corsa – Gioia e dolori


La stagione calda è giunta alle porte, come consuetudine le strade fioriscono di Runner che riprendono i loro allenamenti all’aria aperta, o semplicemente di persone che  approfittano della bella stagione per iniziare a correre.
Spesso i buoni propositi vengono interrotti da fastidiosi dolori che compaiono in zona calcaneare (tallone) esacerbati proprio da quell’attività che ci hanno sempre propinato come salutistica.

Che correre faccia bene è un dato di fatto, si sà, ce lo ripetono all’infinito. Quello che si dimenticano di raccontarci è che se non programmata attentamente la corsa potrebbe provocare fastidi non indifferenti.

L’obbiettivo di questo articolo suddiviso in più parti, è quello di affrontare in maniera globale le disfunzioni a carico del tendine achilleo, in quanto la letteratura implica come fattore cardine nella genesi della disfunzione un’errata gestione nella pianificazione dell’allenamento.

CENNI DI ANATOMIA DESCRITTIVA

Per poter comprendere come funziona il corpo umano non possiamo esimerci dal conoscere come è fatto, del resto tirando acqua al nostro mulino riporto uno dei principi cardine su cui è  basata la filosofia Osteopatica: “la struttura governa la funzione

L’articolazione della caviglia è una troclea a ginglimo angolare che mette in relazione le ossa della gamba con quelle del piede.

Dal punto di vista anatomico la gamba è formata da due ossa lunghe a decorso parallelo, ovvero tibia e perone (o fibula), collegate da un legamento interosseo. Queste formano una pinza concava che prenderà contatto con un osso del piede (astragalo).

il complesso articolare prende il nome di articolazione tibio-peroneo-astragalica o tibio-tarsica meglio conosciuta con il nome di cavigliaSenza titolo-1Generalmente i muscoli che hanno origine dai muscoli della gamba terminano sullo scheletro del piede ad eccezione del muscolo popliteo.

I muscoli possono essere divisi in due gruppi principali: gruppo anteriore e gruppo posteriore in relazione al rapporto che contraggono con le ossa della gamba.

Muscoli anteriori della gamba:

Gruppo degli estensori (flessione dorsale)

  • Tibiale anteriore
  • Estensore lungo delle dita
  • Estensore lungo dell’alluce

Gruppo dei peronieri

  • Peroniero lungo
  • Peroniero breve

Muscoli posteriori della gamba:

Strato superficiale (tricipite della sura)

  • Soleo
  • Gastrocnemio
  • Plantare

Strato profondo:

  • Tibiale posteriore
  • Flessore lungo dell’alluce

ANATOMIA FUNZIONALE

I muscoli posteriori della caviglia passano tutti dietro l’asse di flesso-estensione situato a livello dei malleoli . Il muscolo che concorre maggiormente a tale tipo di movimento è il Tricipite Surale uno dei più potenti muscoli del corpo dopo il grandgluteo e il quadricipite femorale.

Come indica il suo nome, il tricipite Surale e composto da 3  corpi muscolari che possiedono un tendine comune, il tendine di Achille (formato dall’intersezione delle aponeurosi muscolari)  che si fissa sulla faccia posteriore del calcagno (tallone).

Immagine MUS POST

Tale muscolo consente di sollevare il tallone dalla posizione eretta durante la camminata o la corsa riuscendo a sostenere l’intero peso del corpo anche su un singolo piede.

E’ un tendine che subisce sollecitazioni estremamente importanti, poiché in appoggio monopodalico, esso sopporta la totalità de peso corporeo, ulteriormente aumentato dall’energia cinetica, quando i piede prende contatto con il suolo ad una certa velocità come ad esempio durante la marcia o la corsa.

Viene facile intuire come esso sia spesso interessato da infiammazioni o da degenerazioni dovute ad un sovraccarico che se non correttamente trattate potrebbero portare persino alla sua rottura.

 

+ There are no comments

Add yours